DOLOMITI SKY RUN AL VIA LA PRIMA EDIZIONE

 

Stasera alle 18 il via da Braies (BZ) di una delle gare di ultra trail più belle del mondo | Il percorso è stato leggermente modificato causa neve.

Si stanno già scaldando i muscoli i quasi 300 ultra trailer che parteciperanno alla Dolomity Sky Run. Per loro la sfida inizierà oggi alle 18 a Braies in Val Pusteria (BZ). Il percorso lungo i 136 km con dal dislivello positivo (cioè verso l'alto) di 11.800 metri che segue l'Alta via numero 1, percorso dall'inconfondibile segnavia triangolare azzurra, è stato leggermente modificato a seguito della grande quantità di neve ancora presente e dei numerosi crolli.

Nonostante l'impegno profuso da parte dell’organizzazione non c’è stato modo di garantire la sicurezza sull'ultimo tratto del tracciato che è cambiato in profondità. Un altro cambiamento riguarda il tratto Fanes-Forcella Lagazuoi: la gara non passerà più per Forcella da Lech ma attraverso la Capanna Alpina e Rifugio Scotoni.Le mappe con il nuovo tracciato sono disponibili su www.dolomitiskyrun.it/IT/altimetria-new.asp.

 

Gli organizzatori prevedono che i primi a tagliare il traguardo lo faranno in un tempo di circa 16 ore mentre gli ultimi ad arrivare potrebbero necessitare fino a 43 ore (tempo massimo) dopo aver attraversato alcuni tra i luoghi più incantevoli della natura che circonda le provincie di Bolzano e Belluno. La gara quindi si concluderà tra sabato 5 e domenica 6 luglio, dopo aver attraversato alcuni tra i luoghi più incantevoli della natura che circonda le provincie di Bolzano e Belluno.

 

La Dolomiti Sky Run è una sfida da vivere nel cuore di uno dei patrimoni dell'umanità Unesco: le Dolomiti che anellano Braies, Cortina d'Ampezzo, Zoldano, Agardino e  Belluno. Un percorso arricchito in totale da 11 Gruppi Dolomitici e da tre Passi.

Lo sfondo che accompagnerà gli atleti sarà quindi ricco e variegato di immagini crude come le pareti di Dolomia ma anche meravigliosamente accoglienti come i colori di un parco naturale unico tra i più grandi di tutto l'arco alpino (25.453 ettari) quale quello di Fanes-Sennes-Braies, fortemente caratterizzato dai fenomeni del carsismo e da una natura incontaminata talmente bella da fare da sfondo a numerose leggende che vedono come protagonista anche gli incantevoli riflessi del lago di Braies, uno degli scorci più suggestivi della Dolomiti Sky Run.

La Dolomiti Sky Run offre quindi una scenografia unica a coloro che sono soliti affrontare fatiche da giganti come quelle richieste dalle ultra trail ma allo stesso modo permette anche a chi desidera testare i propri limiti di trovare un nuovo modo per apprendere una diversa consapevolezza delle proprie risorse e capacità.

 

Aggiornamenti e novità live sulla gara si possono trovare sul sito internet http://www.dolomitiskyrun.it e sulla pagina Facebook della Dolomiti Sky Run http://www.facebook.com/dolomitiskyrun.

 

ULTERIORI DATI DEL PERCORSO

Il percorso della Dolomiti Sky Run si sviluppa ad un'altitudine media di circa 2000 metri e il punto più alto del percorso verrà toccato dopo quasi 40 km, quando gli atleti raggiungeranno i 2752 metri d'altitudine del rifugio Lagazuoi per poi continuare attraverso il passo Falzarego in direzione del rifugio Averau. Una zona, questa, che ancora porta i segni dei numerosi scontri tra italiani e austriaci avvenuti nel corso della prima guerra mondiale e che i partecipanti alla gara potranno in qualche modo rivivere.

Il tracciato prosegue in direzione del monte Pelmo – la prima cima dolomitica ad essere stata scalata grazie all'intrepido coraggio mostrato nel 1857 dall'irlandese John Ball – da dove poi gli atleti raggiungeranno il rifugio Sonnino, punto panoramico ideale per apprezzare la maestosa parete settentrionale del monte Civetta. Seguiranno una serie di sali e scendi misti intervallando boschi, ghiaioni e prati fino a raggiungere le ultime tappe impegnative e selvagge che corrono sulle montagne per poi arrivare al traguardo posto nel cuore della città di Belluno (piazza Martiri).

Ancora prima di partire la Dolomiti Sky Run è già stata inserita all’interno della lonely Planet tra i trekking più belli del mondo e annoverata tra le più interessanti d’Europa tanto che fa parte del circuito OverChallengeTrail articolato su nove competizioni, l’OverChallengeTrail premia i sette migliori risultati con una classifica che tiene conto non solo dei primi a livello assoluto, ma anche dei primi di ciascuna categoria maschile e femminile.

 

DATI SUI PARTECIPANTI

Alla chiusura delle iscrizioni della prima edizione della Dolomiti Sky Run i numeri parlano di 276 partecipanti, di cui 14 percorreranno l’itinerario in squadra tramite staffetta. In dettaglio, alla Dolomiti Sky Run parteciparanno 246 uomini e 30 donne che in comune hanno un unico obiettivo: percorrere i 136 km con 11.800 metri circa di dislivello in meno di 24 ore, per vivere un'avventura straordinaria, piena di emozioni e alla scoperta di paesaggi mozzafiato. I quasi 300 ultra trailer che parteciperanno alla competizione estrema provengono da 12 regioni italiane, dalla Sicilia alla valle d'Aosta, per un coinvolgimento totale di ben 35 provincie italiane a cui si aggiungono tre stati esteri: Finlandia, Germania e Gran Bretagna.

 

 

 

 

 

 

Posted on 4 luglio 2014 in comunicati stampa, Dolomiti Sky Run

Share the Story

Back to Top