PREMIO ITAS |A BARBARA MARZANO, MANUELA POMARI E GIACOMO RUARO IL PREMIO ITAS MONTAGNAV(V)ENTURA 2014 PER LA CATEGORIA 16-26 ANNI, A MICOL GASPARI QUELLO PER LA CATEGORIA 11-15 ANNI

Grande affluenza di pubblico alla cerimonia di premiazione del 29 aprile a Casa ITAS, molte novità per l’edizione 2015 tra cui l’apertura del Premio classico alla narrativa per ragazzi.


Si aggiudicano il Premio ITAS Montagnav(v)entura 16-26 Barbara Marzano di Torino con ‘Neve. Bianca, neve’ per il genere umorismo, Manuela Pomari di Verona con ‘Lessinia’ per il genere r@cconto, Giacomo Ruaro di Vicenza con ‘Roland’ per il genere fantasy.

La giovane vincitrice di Montagnav(v)entura 11-15 è Micol Gaspari di Valpolicella con ‘Fotografia di un’avventura’.

Oltre ai quattro vincitori ufficiali, la giuria ha riconosciuto il valore di altri undici racconti, quattro nella categoria 16-26 e sette nella categoria 11-15, che sono stati segnalati come i migliori tra gli oltre 140 arrivati.
Il racconto più votato sul web è stato ‘Il segreto di Francesca’ scritto da Victor Caviglia di Quiliano. In premio una giornata in montagna con uno sportivo della ‘scuderia’ Salewa.
Sono stati assegnati anche i riconoscimenti Aquila Studens per le due migliori tesi di laurea: a Francesca Cavaliere per una tesi sui personaggi modello del romanzo di montagna, e a Chiara Fontanari per una tesi sulla figura della guida alpina.

La giuria ha voluto premiare l’impegno della I media sezione E dell’Istituto Nicolò d’Arco di Arco per il racconto collettivo ‘La grande avventura del Monte Stivo’ con una giornata di avvicinamento all’arrampicata insieme agli istruttori Salewa.

I partecipanti al concorso, insieme ai selezionati, hanno preso parte nella mattina del 29 aprile a ‘Racconto itinerante’, la camminata in compagnia di Enrico Brizzi, che quest’anno si è tenuta lungo lo storico sentiero di San Vili (San Vigilio).

I vincitori hanno ritirato i premi durante la cerimonia che si è tenuta oggi 29 aprile a Casa ITAS e che è stata presieduta da Enrico Brizzi, presidente di giuria del Premio ITAS.
L’occasione ha permesso di presentare numerose e importanti novità che riguardano il Premio classico: s’inaugura una nuova sezione che premia il miglior libro di narrativa per ragazzi in cui la montagna svolga un ruolo significativo; i progetti di formazione per giovani e insegnanti da quest’anno coinvolgeranno anche le università, sono previsti corsi tandem con l’Università degli Studi di Verona; Aquila Studens cambia il suo requisito fondamentale di partecipazione, da quest’anno premia le migliori tesi che abbiano come oggetto principale di studio la montagna e l'ambiente alpino in ogni aspetto naturale, umano, storico, letterario; con l’iniziativa ‘Parole appese’ Montagnav(v)entura va a incontrare i ragazzi nelle palestre di roccia.

Nella stessa occasione è stato lanciato il nuovo bando di concorso con relativo regolamento e le modalità di partecipazione all’edizione 2015 del Premio classico e di Montagnav(v)entura. Sono stati resi noti gli appuntamenti previsti da ITAS nell’estate 2014 per avvicinare il pubblico dei rifugi al Premio, saranno incontri con scrittori e appassionati di montagna in alta quota (nelle prossime settimane sarà ufficializzato il calendario).
Per promuovere la diffusione dei racconti anche dopo la premiazione, ITAS ha previsto un’iniziativa specifica: ‘L’avventura dell’altezza’ un ebook che raccoglie 24 racconti selezionati tra gli oltre 140 inviati a Montagnav(v)entura. È disponibile e scaricabile gratuitamente dal sito www.premioitas.it.

Le novità sul Premio ITAS e sulle iniziative collaterali (incontri, corsi di scrittura e molto altro) si possono ricevere iscrivendosi alla newsletter nell’apposito form presente sul sito web oppure sulla pagina Facebook di Montagnav(v)entura (https://www.facebook.com/Montagnavventura).

Posted on 29 aprile 2014 in comunicati stampa, Premio ITAS

Share the Story

Back to Top