L’influenza dei media sul caso Chico Forti e i pericoli delle nuove tecnologie sono tra gli appuntamenti più attesi della giornata di apertura del Festival delle Professioni.

La terza edizione della festival promosso da Gi.pro Tavolo dei giovani professionisti della provincia di Trento si apre con grandi ospiti tra cui la criminologa Roberta Bruzzone, l’avvocato Joseph Taopina,  la giornalista RAI Manuela Moreno, l’esperto di tecnologie Alessandro Longo e l’assessore

Venerdì 17 ottobre 2014 la città di Trento ospiterà l’inaugurazione del Festival Nazionale delle Professioni, una tre giorni di incontri, dibattiti e tavole rotonde, che affronteranno quest’anno il tema della comunicazione a 360 gradi. Titolo di questa terza edizione è “Comunicare il valore”, e anche quest’anno saprà coinvolgere sia il mondo dei giovani professionisti che l’intera cittadinanza, proponendo approfondimenti all’avanguardia e tematiche di grande attualità.

Primo fra i tanti, l’incontro dedicato all’influenza dei media sul caso Chico Forti, al quale parteciperà Roberta Bruzzone, psicologa forense e criminologa che ha esaminato punto per punto il processo che ha condannato nel 1999 il trentino Forti all’ergastolo. Il dibattito a cui parteciperà anche il legale di Chico, l’avvocato Joseph Tacopina, verrà moderato dalla giornalista RAI Manuela Moreno, conduttrice televisiva e dal 2013 inviata per il Tg2 nel continente americano. La serata sarà ospitato dalla prestigiosa Sala Depero della Provincia autonoma di Trento alle 21 di venerdì 17 ottobre e verrà introdotta dai saluti di Bruno Dorigatti, presidente del Consiglio provinciale della Provincia autonoma di Trento.

L’influenza dei mezzi di comunicazione è al centro dei numerosi approfondimenti nella giornata di apertura del 17  ottobre: “Le professioni incontrano il web” alle 14 e “Deontologia Professionale e web” alle 16 sono i due incontri che si terranno alla sala conferenze delle Fondazione Caritro che metteranno in luce il mutato rapporto tra professionista e cliente da un lato,  fra professionista e valori deontologici dall’altro.

Le nuove forme di comunicazione verranno trattate non solo come risorse ma anche come armi a doppio taglio, aspetto centrale della tavola rotonda sul tema “Pericoli delle (nuove) tecnologie” animata da esponenti dei Consigli nazionali delle commissioni deontologiche (avvocati, commercialisti, notai) che si interrogheranno in riferimento alla deontologia professionale e il web, esaminando i possibili danni fisici, psicologici e i profili legali nell’utilizzo di reti wi-fi e dei social network. L’incontro ospitato nella sala conferenze della Fondazione Caritro alle 17.30 verrà moderato da Alessandro Longo, giornalista specializzato in nuove tecnologie.

Di grande attualità anche l’appuntamento presso la facoltà di lettere alle 15 e dedicato alla valutazione degli effetti sull’uomo dell’esposizione ad inquinanti ambientali e all’impatto degli agrofarmaci sulla nostra salute.

Molti altri gli appuntamenti del primo giorno di festival, visionabili su www.festivaldelleprofessioni.it.

Novità di quest’anno sarà la possibilità di vedere le conferenze sul canale streaming del Sole 24ore, e proiettati sul maxischermo di Piazza Duomo per tutta la durata del festival, avvicinando così il festival alla popolazione. Verrà coinvolto, come nelle passate edizioni anche il pubblico delle scuole superiori grazie all’opportunità offerta a sei classi quinte di visitare la sede di Trentino Network e vedere così ciò che “sta dietro” le nuove tecnologie che usiamo tutti i giorni.

Per maggiori dettagli sulle conferenze, sui relatori e gli ospiti del festival è possibile consultare:

il sito:  www.festivaldelleprofessioni.it

la pagina facebook: www.facebook.com/festivaldelleprofessioni

e il nostro canale youtube: FestivalProfessioni Trento

Posted on 9 ottobre 2014 in comunicati stampa, Festival delle Professioni

Share the Story

Back to Top